Epiphone Zephyr Regent 1953 con Claudio Danieli

“Attraverso il tema sviluppato in 36 fotografie in studio, il fotografo ha cercato di esporre la relazione che unisce lo strumento con il suo proprietario, completandoli in chitarre e chitarristi.

Il percorso evidenzia questo stretto legame, che rimane inalterato nel tempo, nonostante il cambiamento degli strumenti, delle tecniche di costruzione, delle mode, e delle culture musicali.

Da un semplice oggetto da ammirare per i suoi pregi estetici e per le caratteristiche evocative, la chitarra, una volta imbracciata, svela una latente identità d’artista, generalmente celata dalla quotidianità: la grinta, la determinazione, la voglia di ribellione, se non il romanticismo o la spensieratezza, prendono magicamente vita.”(Marco Zoccolino – Bedizzole (BS) Giugno 2014 )

 

Tecnica delle fotografie in studio

Consapevole del fatto che alcuni chitarristi mi avrebbero portato chitarre di colore scuro, ho preferito utilizzare fin da subito uno sfondo fotografico nero.Come luce principale ho utilizzato un bank di medie dimensioni, che ha garantito una copertura quasi totale dei soggetti. Come luce posteriore ho utilizzato quasi sempre un’ombrellino bianco. In alcuni scatti mi sono divertito a sostituire l’ombrellino con gelatine colorate (per esempio la ragazza con la chitarra blu). 

WhatsApp Scrivimi su WhatsApp